Come creare un blog post efficace

illustrazione come creare un blog post efficace

Per un artigiano avere un blog può essere una buona strategia.

Perché in questo modo può raccontare il suo lavoro e creare consapevolezza sul suo settore.

Per questo oggi ho deciso di darti qualche dritta su come scrivere un blog post efficace.

Come scrivere un blog post

Negli ultimi anni la soglia dell’attenzione degli esseri umani è diminuita sempre di più. Per questo creare contenuti che attirino l’attenzione e la mantengano è una sfida costante.

Un blog dovrebbe sempre avere un PED di riferimento. Questo strumento ti aiuta ad essere coerente con la scelta degli argomenti da trattare e sul come trattarli.

Questo strumento ti aiuta a mantenerti sulla giusta strada e a creare articoli che ti servano davvero a raggiungere i tuoi obiettivi.

Sei un artigiano, non un blogger.

La scaletta dell’articolo

La scaletta contiene i titoli di ogni blocco di testo e un breve riassunto di quello che andremo a trattare.

Contiene un H1, l’headline principale di un articolo, e tutte le headline secondarie che vogliamo usare.

È suddivisa in paragrafi e sottoparagrafi da indicare con <H (un numero tra 1 e 6)>. In questo modo indichiamo il tipo di titolo che ci troviamo di fronte e la sua importanza gerarchica.

Sotto ogni titolo va fatto un breve riassunto dettagliato del contenuto del testo che andrà in quel blocco.

Ti consiglio di segnalare anche i link che vuoi inserire e le immagini.

Per creare una scaletta efficace, leggila e chiediti se riesce a comunicare come sarà l’articolo una volta finito.

Se lavorerai bene sulla scaletta, vedrai che ci vorrà poco a scrivere.

Le headline: la scelta dei titoli e dei sottotitoli

Usa pure titoli provvisori in fase di preparazione dell’articolo.

Hai a disposizione headline fino all’H6. Non devi usarle tutte, ma quelle che decidi di usare vanno studiate bene.

L’H1: l’headline principale

L’H1 è il titolo che l’utente si troverà davanti appena aprirà il link. Il suo scopo è quello di catturare, incuriosire o informare il lettore.

È importante scegliere bene il tono di voce delle headline, che deve essere coerente col TOV dell’articolo.

Perché i titoli sono una delle parti fondamentali del blog post?

Perché, da un punto di vista grafico, sono di carattere più grande rispetto al corpo del testo e in neretto, quindi risaltano di più quando il lettore scrolla.

Molto spesso il lettore legge solo le headline che catturano la sua attenzione e qualche riga sotto.

L’H1 e l’attacco del pezzo determinano se l’articolo merita di essere letto o no.

I titoli danno anche senso alla struttura dell’articolo.

Da qualche mese, dopo l’ultimo aggiornamento di Google, l’uso delle headline sembra essere cambiato.

Per vedere correttamente il contenuto Google Youtube devi abilitare l’utilizzo dei cookie: clicca qui per aprire le preferenze.

Fino a poco fa nelle varie “H” andavano messe le keyword per cui volevamo essere indicizzati.

Adesso Google ci fa sapere che quando creiamo i nostri titoli dobbiamo pensare all’esperienza dei nostri lettori.

Come scrivere un articolo efficace

Finora abbiamo parlato della progettazione dell’articolo, ora parliamo della sua stesura.

Hai tutto il materiale pronto, la scaletta è chiara e sai dove mettere tutti gli elementi che ti servono.

Siediti ed inizia a scrivere la prima bozza del tuo articolo.

Se avrai seguito tutti i miei suggerimenti, scrivere la prima stesura non richiederà molto tempo.

La maggior parte del lavoro su un articolo è correzione, limatura e riscrittura.

Scrivi la bozza come se nessuno dovesse leggerla, ma pensa sempre ai bisogni del tuo cliente.

Quando hai finito di scriverla, dimenticala per almeno un paio di giorni, poi torna a lavorarci.

Per prima cosa stampala, rileggila ad alta voce e correggi tutti i refusi che trovi.

Leggendola ad alta voce ti renderai conto che alcune parti potrebbero non funzionare, quindi inizia a riscriverle.

Mentre riscrivi, chiediti se il testo può essere semplificato e punta a semplificarlo.

scrivere un blog post efficace #1 decorativa
Unsplush

Tutto sembra importante e necessario da scrivere. Quando vai a rileggere ti rendi conto che non è così.

Semplificare la scrittura è sempre la scelta migliore. Scegliere parole semplici, costruire periodi brevi, aiuta chi legge a comprendere meglio il senso di quello che gli stai dicendo.

La scrittura semplice sceglie una lingua diretta ed immediata, senza fronzoli e non fa giri di parole.

L’uso dei tecnicismi

Ogni mestiere ha i suoi termini tecnici, o tecnicismi.

Per te è normale che alcuni strumenti, o tecniche, o materiali si chiamino in un certo modo, ma per i tuoi clienti non è così.

Quindi cosa dovresti fare?

Dovresti cercare di limitare l’uso dei tecnicismi all’essenziale. Quando usi qualche termine tecnico spiegalo.

Oppure, cogli la palla al balzo! Perché non crei una rubrica social sui termini tecnici e una volta a settimana non ne condividi uno? In questo modo aiuterai il tuo pubblico a conoscere meglio il tuo lavoro.

Conclusioni

Creare un blog post è un percorso a tappe e può sembrare che ci voglia davvero tanto tempo.

Vedrai che quando avrai fatto un po’ di pratica con l’organizzazione del lavoro e avrai trovato il tuo metodo, scrivere un articolo non sarà più tanto macchinoso.

Se non sai che tipo di articoli scrivere, prendi spunto dal mio articolo: “15 diversi tipi di articoli per ritrovare l’ispirazione“.

Se vuoi migliorare i tuoi testi e il tuo posizionamento sui motori di ricerca, prenota la tua consulenza personalizzata “Attacca Bottone“!

Continua ad approfondire:

Lascia un commento