Qual è la giusta lunghezza di un articolo sul web?

Quanto deve essere lungo un articolo per posizionarsi in prima pagina su Google?
Questa è una delle domande più ricorrenti che mi sento rivolgere quando parlo di ottimizzazione dei contenuti del sito web.
La risposta corretta e onesta è: dipende. Dipende da tantissimi fattori. Prima di tutto, concentriamoci su un errore molto diffuso tra chi ha un blog: ragionare per singolo contenuto. Ci si preoccupa di pubblicare il singolo articolo ottimizzato ma non dell’ottimizzazione del sito nella sua interezza.

Il sito web è un ecosistema e se una qualsiasi delle sue parti non funziona, anche il singolo contenuto ne risentirà.

Quindi, dobbiamo assicurarci che tutto il nostro sito web sia ben ottimizzato per vedere i nostri singoli contenuti performare bene. Inoltre, ci sono tanti tipi diversi di articoli che possiamo scrivere e ognuno ha la sua lunghezza ideale, perché deve rispondere a esigenze diverse.

In questo articolo ti fornirò delle stime e dei consigli per far performare meglio i tuoi articoli e portare traffico al tuo sito web.

Le caratteristiche di un buon articolo

Un buon articolo deve rispondere a delle caratteristiche precise: essere chiaro, scorrevole, completo ed esaustivo. Le informazioni che riporta devono essere di interesse per il target e contenere approfondimenti che ne completino le informazioni o le supportino.

Possibilmente, dovrebbe contenere anche video, foto e infografiche. L’accessibilità, quindi la facilità di lettura con gli screen reader e le tecnologie assistive, è auspicabile.

Ma quello che fa davvero la differenza per un testo è che sia scritto in italiano corretto, senza errori, con frasi semplici e facili da leggere, senza periodi complessi e paroloni difficili da capire.

Sugli schermi retroilluminati fatichiamo a leggere, tutti, indipendentemente dal nostro grado di istruzione. La semplicità è la bussola che dovremmo seguire.

Lunghezza ideale di un articolo per la SEO

Quando parliamo di posizionamento parliamo di seo e quando parliamo di posizionamento del singolo contenuto, parliamo di seo onpage.

Gli strumenti di analisi delle keyword ci danno delle stime: la lunghezza media dei contenuti che sono stati posizionati nella prima pagina di Google. Questa stima è utile ma dobbiamo capire come utilizzarla.
Se, per esempio, la keyword che abbiamo individuato ha una serp da 3000 parole, non vuol dire che un contenuto da 3000 parole in su si posizionerà di sicuro in prima pagina. Se andiamo a vedere la stima di ognuna delle pagine indicate vedremo che i numeri possono fluttuare molto: possiamo trovare articoli da 3000 parole, da 1200, da 6000 ecc.

Com’è possibile?

Questa fluttuazione è dovuta alle performance dei vari siti. Un sito ben posizionato in un settore, che è molto verticale su un argomento e contiene pagine che rispondono esattamente agli intenti di ricerca dei suoi utenti target, riuscirà a posizionarsi bene anche se il suo contenuto è più breve di altri.

Un articolo SEO deve rispondere a caratteristiche precise:

  • Corretta gerarchia dei titoli;
  • Buon uso delle keyword, che devono essere variegate e corredate di sinonimi;
  • Buona link building interna con anchor text ottimizzate;
  • Immagini ottimizzate, leggere e con alt text;
  • Comprendere altri media: video, audio ecc.;
  • Rimandare a risorse esterne con una buona autorità;
  • Un buon profilo backlink (auspicabile);
  • Concorrere al miglioramento della reputazione del dominio e alla sua autorità.

La lunghezza ideale di un articolo scritto in ottica seo è di circa 2000/2500 parole. Questa è ovviamente una stima.
Come avrai capito non c’è una regola fissa per stabilire la lunghezza corretta. Per cui, ti consiglio di crearti una scaletta in cui segnarti tutto quello di cui vuoi parlare. Una volta esauriti tutti i punti della scaletta avrai raggiunto la lunghezza giusta per il tuo articolo.

Lunghezza ideale per diversi tipi di blog post

Esistono diversi tipi di blog post, se vuoi approfondire l’argomento ho scritto per te l’articolo: “15 tipi diversi di articoli”. Ognuno di questi ha le sue caratteristiche e la sua lunghezza ideale.

Quelli che interessano maggiormente noi freelance del digitale sono 4: il contenuto pilastro, il list article, l’How to e l’articolo informativo.

Il numero di parole da utilizzare per raggiungere la tanto agognata prima pagina di Google è un concetto relativo, perché dobbiamo prendere in considerazione molti fattori diversi. Le parole sono solo uno dei tanti.

Alcuni strumenti seo che usiamo per scegliere le keyword ci riportano il numero medio delle parole contenute negli articoli che appaiono nella prima pagina della serp. Puoi facilmente vedere che ogni contenuto ha una lunghezza che varia, a volte discostandosi anche di molto, rispetto al numero medio.

Iniziamo!

Foto di cottonbro studio: https://www.pexels.com/it-it/foto/donna-caffe-laptop-macbook-pro-5052851/

Pillar page: quanto deve essere lungo un contenuto pilastro?

Innanzitutto, cos’è un contenuto pilastro?

Il pillar content, o cornerstone content, è un articolo molto verticale su un argomento di interesse strategico. Si concentra più sull’approfondimento di un argomento che sulle parole chiave che deve contenere. I contenuti pilastro vanno ben pianificati perché sono delle pagine a cui verranno collegate molte altre secondarie che ne vanno ad approfondire degli aspetti specifici.

Il nome deriva proprio dal fatto che queste pagine rappresentano un elemento strutturale. Sono contenuti che mandano al motore di ricerca un segnale chiaro sugli argomenti di cui ci occupiamo e in cui siamo competenti e autorevoli.
Quando li pianifichiamo, dovremmo scegliere di costruirli intorno alle tematiche principali del nostro business.

Ti faccio un esempio concreto. Nel mio caso, io potrei creare due contenuti pilastro, uno sulla SEO e uno sul web copywriting.

Fatte le dovute premesse, quanto deve essere lungo un pillar content? La lunghezza media è tra le 4000 e le 5000 parole.

Quando costruiamo un pillar è molto importante selezionare bene le risorse esterne e interne da inserire, soprattutto a livello di link building.

La progettazione e realizzazione di una pillar page richiede diversi giorni di lavoro. Al suo interno vanno linkati tutti gli articoli correlati, che andranno a costituire un cluster. Se progettate bene, porteranno molto traffico e potremo vedere un aumento di traffico anche verso i contenuti correlati.

List article: quanto deve essere lungo un list article per posizionarsi in serp

I list article sono la tipologia di articoli più semplici da realizzare. Raccolgono una lista di informazioni su un settore o un argomento specifico.

Possono essere, a esempio: 8 tool per fare seo, le 5 regole dell’articolo perfetto ecc.

Gli articoli lista sono molto amati dagli utenti, perché sono facili da leggere. A colpo d’occhio, scorrendolo, si riesce a capire di cosa parlano e a trovare le informazioni principali. Sono una lista di idee o esempi. La soluzione migliore è raccogliere più elementi possibili per creare liste lunghe.

Pensaci un attimo: percepiresti come più completo un articolo che contiene solo 8 punti o uno con 80?

Essenziale in questi articoli è linkare le risorse esterne a cui ci stiamo riferendo.

Per quanto si tratti di liste, dobbiamo sempre ricordarci che l’aspetto estetico è importante, per cui corrediamo i nostri list article con delle immagini.

La lunghezza media di questi contenuti è tra le 2300 e le 2600 parole.

Articolo tutorial: quante parole per un How to?

Gli articoli tutorial sono quelli che spiegano come fare qualcosa. Le ricette di cucina sono l’esempio classico. Gli How to sono i contenuti più cercati sul web.

Quando li andiamo a realizzare dobbiamo essere molto chiari nell’esposizione e le immagini sono fondamentali per aiutare l’utente a capire cosa fare in concreto.

Da 1700 parole a 2100 parole è la giusta lunghezza per realizzare un buon articolo tutorial.

Ricorda che le persone che atterrano su quel tipo di contenuto stanno cercando istruzioni e nient’altro. Pochi fronzoli nella scrittura e vai al punto senza tergiversare. In questi articoli vanno inseriti solo le informazioni necessarie a che le istruzioni siano comprensibili.

Articoli informativi: quante parole servono per spiegare cosa sia un determinato argomento?

Questi sono gli articoli che rispondono alla domanda: “Che cos’è?”

Gli utenti che fanno questo genere di ricerche sono interessati a conoscere un argomento, perché non ne sanno nulla. Qui devi condividere tutti i dettagli e le informazioni che hai su un determinato argomento. Il pubblico di questi contenuti è solitamente freddo, quindi non devi pensare questi articoli come mezzi per trovare clienti, ma come strumenti per posizionarti.

In media vanno dalle 1300 alle 1700 parole. Questi però sono gli articoli per eccellenza per cui vale la regola: devono essere lunghi quel tanto che ti basta per spiegare cosa sia una determinata cosa.

Lunghezza minima di un blog post

Secondo Seo Yoast un articolo deve essere lungo minimo 300 parole, Rank Math parla di 600 parole.

C’è davvero una lunghezza minima a cui prestare attenzione?
In realtà no.


Sicuramente, però, pagine con poco testo performano peggio delle pagine con più testo.

Quando scrivi un articolo ricordati sempre che ci sono 4 elementi da tenere a mente:

  1. La chiarezza;
  2. La facilità di lettura;
  3. La gerarchia dei titoli;
  4. La completezza e correttezza delle informazioni.

Se hai avuto cura di questi elementi, allora avrai raggiunto anche la lunghezza minima corretta del tuo contenuto!

Considerazioni finali

La produzione di un articolo richiede molto tempo, quindi è del tutto umano e normale che ci preoccupiamo di quante parole dobbiamo usare perché il nostro contenuto venga premiato. L’approccio migliore è fare una ricerca preliminare, raccogliere tutte le informazioni che ci servono, i link utili e le immagini e dedicarci in un secondo momento alla scrittura.

Le parole in un articolo sono ovviamente fondamentali e dobbiamo usarle bene. Pianifica il lavoro necessario a crearlo e cerca di non andare in affanno, rischieresti di produrre un contenuto scadente.

Se vuoi migliorare i tuoi blog post, ho creato una piccola guida all’articolo perfetto e se vuoi imparare a pubblicare articoli senza errori, c’è la mia guida al proofreading!

Spero che questo articolo ti sia stato utile, per qualsiasi dubbi puoi lasciare un commento o scrivermi a copy@silviastentella.it


Vuoi approfondire altri argomenti? Guarda tra le ultime uscite:

Continua ad approfondire:

Questo articolo ha 2 commenti

  1. Complimenti! Ottimo articolo, chiaro e con tante utili indicazioni a riguardo della lunghezza ottimale, o presunta tale per gli articoli sul web, vista la volubilità dell’algoritmo Google.
    Grazie

Lascia un commento